In questi ultimi anni si stanno cercando metodi sempre più sostenibili per la realizzazione di oggetti in carta, spingendo l’opinione pubblica ad un utilizzo consapevole della carta vergine, alla raccolta differenziata per il riciclo, alla scelta di carta riciclata per prodotti usa e getta come quaderni, foglietti adesivi, block notes. La ricerca non si è fermata qui: tra le ultimissime novità la carta piantabile, di cui abbiamo già parlato, e la carta erba.

Uwe D’Agnone, l’inventore della carta erba o grass paper si è sicuramente basato sul semplice concetto che l’erba cresce più velocemente di un bosco. È noto che la materia prima dalla quale viene realizzata la carta è infatti il legno.

Nel processo di trasformazione da legno a carta viene rimossa la lignina, una sostanza contenuta nelle pareti di tutte le piante vascolari come i tronchi degli alberi. Rimuoverla è un processo complesso e lungo che richiede dispendio di energia, grandi quantità di acqua e l’utilizzo di prodotti chimici. Basti pensare che una tonnellata di carta erba si produce con 2 litri d’acqua, mentre per la stessa quantità di carta tradizionale servirebbero 6000 litri; inoltre il consumo di energia elettrica e le emissioni di biossido di carbonio risultano nettamente inferiori rispetto al trattamento chimico del legno, con un impatto inferiore del 75%. Anche il contadino ne trae beneficio: il fieno alla fine del periodo di mietitura è spesso troppo ricco di struttura per essere impiegato come foraggio del bestiame. Questo fieno, che solitamente verrebbe bruciato causando inquinamento atmosferico, viene invece usato per la produzione di carta erba.

La grass paper si compone per il 40-50% di erba essiccata a cui si aggiungono carta da macero o fibre di legno. Si può utilizzare anche per packaging come sacchetti in carta per negozi, scatole e imballaggi, oltre che per i classici blocchi, blocchetti, quaderni e post-it. Si può unire alla carta piantabile, ad esempio realizzando un quaderno con copertina piantabile e pagine in carta erba.

Una bella alternativa da proporre ai clienti: in questo modo risulterete al passo con i tempi, attenti all’ambiente e a dir poco originali. Sarete voi, grazie al vostro messaggio di sostenibilità, a sensibilizzare all’utilizzo di questo nuovo materiale, per tanti ancora sconosciuto!

  • Ogni anno, un terzo di tutto il cibo prodotto nel mondo viene sprecato. Ciò equivale a 1,3 miliardi di tonnellate secondo i dati della United Nations Food and Agricultural Association, con la previsione di 2,1 miliardi di tonnellate di cibo che sarà gettato via nel 2030. I dati sono allarmanti ma la riduzione dello spreco alimentare è alla portata di tutti ed ognuno di noi può fare qualcosa per migliorare la situazione nella sua routine.
  • La bottiglia ad infusione per frutta fresca è una innovativa idea per tutti quelli che amano il sapore fresco della frutta.Una bottiglia eco-friendly progettata in modo da immergere nell'acqua direttamente i pezzi di frutta fresca, mantenendo così sempre un intenso sapore gustoso e garantendo una illimitata possibilità di combinazioni di frutta.Disponibile in diverse varianti, con o senza protezione, mette in risalto il logo dell'azienda sia con stampa sul silicone esterno (nel caso del modello con protezione) sia con incisione diretta sulla plastica.Dimenticatevi la solita definizione di acqua, ed entrate nel mondo degli infusi 100% naturali e sempre freschi!
  • Vuoi sapere cosa ti aspetta domani? Sarai fortunato oppure no? Secondo la tradizione cinese i biscotti della fortuna sono dei dolcetti che al loro interno racchiudono un biglietto con una frase augurale o un consiglio. Infatti ancora oggi i biscotti della fortuna vengono serviti a chiusura dei pasti nei ristoranti cinesi. Allora mordi il tuo biscotto, leggi attentamente le profezie scritte nel biglietto e se ne hai ancora bisogno, mordine ancora, ti saranno sempre utili. Da questa usanza, che nell'ultimo tempo si è notevolmente diffusa su Internet, principalmente tramite un'applicazione di Facebook, abbiamo pensato di ideare un gadget. Si tratta di un portachiave (vedi foto) a forma di biscotto della fortuna che si apre attraverso un meccanismo e contiene all'interno molti messaggi diversi tra loro, personalizzati in base al cliente che commissiona la promozione. Inoltre, per chi desiderasse qualcosa di più economico per una promozione di larga distribuzione, è possibile lavorare anche su un prodotto realizzato in PVC morbido da inserire, per esempio, in un cesto o altro contenitore, molto adatto ad eventi con distribuzione tramite hostess. A livello comunicativo ci sono due notevoli punti di forza. Il primo è che il vostro marchio sarà associato ad un messaggio positivo, di fortuna, mentre il secondo è la curiosità che suscita lo scoprire che tipo di messaggio gli capiterà, invogliando il destinatario ad ottenere il gadget.
Cookie

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui.